Blog

Sonic Branding: come suona il tuo marchio?
February 13th, 2018 9:29 am

Distillare l'identità di un marchio in un suono di pochi secondi: ecco cos'è il sonic branding. 
Avete presente l'effetto acustico di accensione di un computer Mac? Ecco: quello è sonic branding. Vi ricordate “I'm lovin'it” nella pubblicità di McDonald's? Anche quello è sonic branding. 

E' un “marchio di fabbrica” sonoro, sul quale colossi come Visa stanno investendo sempre di più. Infatti, studi scientifici rivelano che gli esseri umani reagiscono agli stimoli acustici molto più velocemente rispetto, ad esempio, a quelli visivi. Si capisce allora perché, in un mondo dominato dalle immagini, questo tipo di branding sia destinato ad acquisire sempre più importanza. 

Fin dalla nascita della pubblicità, jingle e canzoni hanno giocato un ruolo preminente nell'assicurare che il messaggio fosse riconosciuto, e soprattutto ricordato dai consumatori. Il potere della musica e del suono trascende infatti molte barriere linguistiche, culturali, visive. 

Ecco perché stiamo assistendo al...
Unghie “salva-tintarella”, cuscini che respirano e trolley che ci seguono, ecco gli oggetti tech più originali del mondo
February 8th, 2018 9:34 am



Ce n'è davvero per tutti i gusti al CES di Las Vegas, la più importante fiera di tecnologia del mondo. In questa sede infatti sono stati presentati, oltre ai colossi delle auto e dell’high tech, anche oggetti davvero innovativi che potrebbero renderci la vita più facile e confortevole...o forse no. Andiamo a scoprire i più curiosi.

Un trolley che non si perderà mai: quante volte all’aeroporto, magari molto affollato, avete pensato: “E se qualcuno prende il mio trolley scambiandolo per il suo?”. Ecco arrivarvi in soccorso CX-1, valigia in grado di evitare gli ostacoli e che segue il proprietario grazie a un sistema di navigazione e ad un software di riconoscimento facciale. Non solo, CX-1 si comporta proprio come un cagnolino, che oltre a seguirvi, abbaia ai malintenzionati se viene allontanato da voi di qualche metro. Insomma, un fido compagno di viaggio.

L’unghia salva-tintarella: paura di addormentarvi al sole e scottarvi mettendo a repentaglio la vostra tintarella e...

Intelligenza Artificiale: come cambierà il mondo dell'advertising e dell'editoria online
February 6th, 2018 10:00 am


L'intelligenza artificiale sembra destinata a cambiare il mondo dell'editoria online e della web advertising. Come? Attraverso un uso più intelligente e mirato dei dati. Infatti, i tradizionali strumenti della pubblicità sul web saranno resi drasticamente più efficaci dai nuovi sistemi di AI (artificial intelligence): essi saranno capaci di integrare tutte le tracce che lasciamo delle nostre sessioni online.
 
In questo modo, i players dei tradizionali paid media (in Italia i maggiori sono Repubblica, Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore) potranno cominciare davvero a competere con colossi come Google e Facebook. Questi servizi fanno parte delle soluzioni MarTech (“marketing technology”), il cui scopo è riconoscere i singoli navigatori per offrirgli pubblicità online sempre più personalizzata.
 
Dati, dati, dati: montagne di dati. Viviamo infatti nella data economy: il valore non risiede più negli oggetti fisici, ma in quelli virtuali. Dal giornale, siamo passarti a Go...
Perché, quando ci sposiamo, lo postiamo su Facebook? Momenti “milestone” e branded content
January 30th, 2018 10:00 am

I social media sono sempre più presenti nelle nostre vite: anche lauree, matrimoni e nascite, sembrano essere diventati momenti condivisi e “condivisibili”. Ma esiste già una social etiquette in materia? È certo che Facebook ci incoraggia a condividere proprio i cosiddetti momenti “milestone”: il suo algoritmo è costruito appositamente per dare maggiore visibilità ai post che contengono, ad esempio, la parola “congratulazioni”.
 
I professionisti del marketing lo sanno bene: tutto si gioca intorno alle emozioni, e spesso sono proprio i contenuti più autenticamente umani a creare maggior engagement. Secondo uno studio condotto da Sprout Social, siamo tutti inclini a condividere i nostri momenti più felici, per celebrare le nostr...
Merry marketing: come la pubblicità rappresenta il Natale
December 21st, 2017 8:58 am



Cosa vi viene in mente se dico Natale? La neve, l'albero, i biscottini allo zenzero, il pandoro, i canditi, i regali e ovviamente lui: Babbo Natale, il vecchietto barbuto che da centinaia di anni porta doni ai bambini buoni e, più recentemente, ha firmato un contratto a tempo indeterminato come testimonial per Coca Cola.

Scherzi a parte, è dagli anni '20 che Babbo Natale compare negli spot della nota bibita gassata. La teoria che il suo vestito sia rosso proprio per volere del marchio americano è stata smentita dall'evidenza storica, tuttavia resta il fatto che molto del nostro immaginario natalizio sia stato abilmente costruito dal signor Coca Cola, o meglio dai sui pubblicitari.

Il rapporto tra advertising e Natale è una lunga storia d'amore, il fatto non stupisce se pensiamo che il Natale è l'evento annuale che genera il maggior volume di vendite. Decorazioni, cibi prelibati, vacanze e regali producono nel nostro paese un giro d'affari di circa 10 miliardi ogni anno...